338.4904441 assisirooms@gmail.com

Agevolazioni fiscali 50%

AGEVOLAZIONI FISCALI del 50%

Detrazione del 50% sulle spese di ristrutturazione fino a max 96.000 euro. (Esempio: se il contribuente sostiene spese per 130.000 euro può detrarre euro 48.000)

Chi può fruire della detrazione

Possono usufruire della  detrazione sulle  spese di ristrutturazione tutti i contribuenti assoggettati all’imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef), residenti o meno nel territorio dello Stato.
L’agevolazione spetta non solo ai proprietari degli immobili ma anche ai titolari di diritti reali/personali  di  godimento  sugli  immobili  oggetto  degli  interventi  e  che  ne sostengono le relative spese:

– proprietari o nudi proprietari

– titolari di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie)

– locatari o comodatari

– soci di cooperative divise e indivise

– imprenditori  individuali,  per  gli  immobili  non rientranti  fra  i  beni  strumentali  o merce

soggetti indicati nell’articolo 5 del Tuir, che producono redditi in forma associata (società semplici, in nome collettivo, in accomandita semplice e soggetti a questi equiparati, imprese familiari), alle stesse condizioni previste per gli imprenditori individuali.

Ha  diritto  alla  detrazione  anche  il  familiare  convivente  del  possessore  o  detentore dell’immobile oggetto dell’intervento, purché sostenga le spese e siano a lui intestati  bonifici e fatture.

In questo caso, ferme restando  le  altre condizioni, la detrazione spetta anche se le abilitazioni comunali sono intestate al proprietario dell’immobile e non al familiare che usufruisce della detrazione.

Sono  definiti  familiari,  ai sensi  dell’art.  5 del  Testo  unico  delle  imposte  sui  redditi,  il coniuge, i parenti entro il terzo grado e gli affini entro il secondo grado.

Inoltre, con circolare n. 20/2011 l’Agenzia delle Entrate ha precisato che nel caso in cui  la  fattura  e  il  bonifico  siano  intestati  a  un  solo  comproprietario  ma  le  spese  di ristrutturazione  siano  state  sostenute  da  entrambi,  la  detrazione  spetta  anche  al soggetto che non risulti indicato nei predetti documenti, a condizione che nella fattura sia annotata la percentuale di spesa da quest’ultimo sostenuta.

Se è stato stipulato un contratto preliminare di vendita (compromesso), l’acquirente dell’immobile ha diritto all’agevolazione se:

– è stato immesso nel possesso dell’immobile
– esegue gli interventi a proprio carico
– è stato registrato il compromesso.

Può  richiedere  la  detrazione  anche  chi  esegue  in  proprio  i  lavori  sull’immobile, limitatamente alle spese di acquisto dei materiali utilizzati.

Per approfondimenti guida_ristrutturazioni_edilizie dell’Agenzia delle Entrate

 

RICHIEDI INFORMAZIONI

5 + 5 =